venerdì 13 settembre 2013

Regione Abruzzo - Aree di gestione della lepre Italica - 2013

Regione Abruzzo
Aree di gestione della lepre Italica - 2013
Pubblichiamo le aree di gestione della lepre Italica, valide per l'anno 2013.

AREE “A” - AREA DI DIVIETO DI CACCIA ALLA LEPRE (ZONE DI ACCERTATA PRESENZA DI LEPRE ITALICA)
AREE “B” – Aree sperimentali di prelievo della Lepre europea (Lepus europaeus) in cui è consentito il prelievo della specie previa segnalazione all’ATC, da parte dei cacciatori che esercitano questo tipo di caccia, di ogni capo di lepre abbattuto. Il capo abbattuto dovrà essere esaminato, entro una settimana dal prelievo, dai tecnici dell’ATC o della Provincia formati dall’ISPRA.


Guarda qui la cartografia

1 commento:

Pio Di Persio ha detto...

Da un pò di tempo sento parlare della presenza in alcune zone della lepre italica, bene dato che ho qualche dubbio in merito è ciò deriva dal fatto che sono decenni che nel nostro territorio vengono reimmesse lepri provenienti da tutto il "Mondo" quindi con molta probabilità il ceppo della lepre italica ,sempre secondo il mio pensiero ( che naturalmente potrebbe anche essere sbagliato) potrebbe essersi estinto o quantomeno fortemente "inquinato".Con questa considerazione, chiedo molto umilmente se qualcuno è a conoscena di studi e analisi fatti in modo da poter certificare con estrema esattezzala presenza del ceppo italico e magari indirizzarmi dove potrei avere delle informazioni a riguardo. Grazie.